Irpinia Job


Portale del Settore Lavoro e Formazione della Provincia di Avellino

Computabilità lavoratori divenuti disabili in costanza di rapporto lavoro

L’art.4, comma 4, Legge 68/1999, come ribadito dalla circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n.2/2010, consente al datore di lavoro di computare nella quota di riserva i lavoratori che assunti come normodotati sono diventati inabili allo svolgimento delle proprie mansioni in conseguenza di infortunio o malattia.

Secondo la legge, per questi lavoratori l'infortunio o la malattia non costituiscono giustificato motivo di licenziamento nel caso in cui essi possano essere adibiti a mansioni equivalenti o, in mancanza, a mansioni inferiori con diritto alla conservazione del più favorevole trattamento corrispondente alle mansioni di provenienza.

Nel caso in cui non sia possibile l'assegnazione a mansioni equivalenti o inferiori, gli stessi vengono avviati, dagli uffici competenti presso altra azienda, in attività compatibili con le residue capacità lavorative, senza inserimento nella graduatoria. Il computo dei lavoratori nella quota di riserva è possibile nei seguenti casi:

  1. lavoratore divenuto disabile in costanza di rapporto di lavoro in conseguenza di infortunio o malattia con riduzione della capacità lavorativa pari o superiore al 60% (art.4, comma 4, Legge 68/1999 e art.3, comma 2, D.P.R. 333/2000);
  2. lavoratore divenuto disabile in costanza di rapporto di lavoro per infortunio sul lavoro o malattia professionale con un grado di invalidità superiore al 33% (art.3, comma 4, D.P.R. 333/2000);
  3. l’invalidità non deve essere stata determinata da violazione da parte del datore di lavoro delle norme in materia di sicurezza del lavoro accertata in sede giurisdizionale (art.4, comma 4, Legge 68/1999 e art.3, commi 2 e 4, D.P.R. 333/2000).

La circolare del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 2/2010 precisa che tale possibilità può essere applicata solo per le aziende private e non per la Pubblica Amministrazione nonostante, l’art.3, D.P.R. 333/2000, commi 2-4, che disciplina l’art.4, comma 4, Legge 68/1999, non operi alcuna distinzione tra aziende private e Pubblica Amministrazione


Menu di pagina
stampa la pagina  stampa la paginatorna su torna su
Bookmark and Share« indietro

News

Offerte di Lavoro

Garanzia Giovani

Centri per l'Impiego

Centri per l'Impiego


vai alla pagina dei Centri »

Social Network

Servizi al Cittadino