Irpinia Job


Portale del Settore Lavoro e Formazione della Provincia di Avellino

Linee guida

La Legge 92/2012 ha demandato alle Regioni ed alle Province Autonome  la definizione di linee guida finalizzate a stabilire degli standard minimi uniformi in tutta Italia e ad evitare un uso distorto e illegittimo dei tirocini.

Le Linee guida in materia di tirocini 2013 sono state adottate dalla Conferenza Unificata Stato, Regioni e Province Autonome in data 24.0.13 e sono applicabili sono ad alcuni tipi di tirocini.

Le Linee-guida si muovono nel contesto del documento di lavoro "Un quadro per la qualità dei tirocini", adottato dalla Commissione Europea il 18.04.12, che ha individuato nel tirocinio lo strumento fondamentale per l'inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, nonché nel contesto dell’Accordo Stato Regioni che ha dato luogo alle "Linee guida per la formazione nel 2010" e dettano principi e criteri minimi, anche nel caso in cui il soggetto ospitante sia una Pubblica Amministrazione.

Nelle Linee guida si stabiliscono gli standard minimi previsti a cui le Regioni e le Province autonome si sono uniformate nell'adeguamento della propria normativa:

  • revisione della disciplina dei tirocini formativi, anche in relazione alla valorizzazione di altre forme contrattuali a contenuto formativo;
  • previsione di azioni e interventi volti a prevenire e contrastare un uso distorto dell'istituto, anche attraverso la puntuale individuazione delle modalità con cui il tirocinante presta la propria attività;
  • individuazione degli elementi qualificanti del tirocinio e degli effetti conseguenti alla loro assenza;
  • riconoscimento di una congrua indennità, anche in forma forfettaria, in relazione alla prestazione svolta: l’indennità minima stabilita per le attività svolte dal tirocinante dovrà essere non inferiore a € 300,00 lordi mensili che le Regioni possono elevare nella messa a punto delle norme regionali.

La mancata corresponsione della suddetta indennità comporta a carico del trasgressore l’irrogazione di una sanzione amministrativa pecuniaria il cui ammontare è proporzionato alla gravità dell’illecito commesso, in misura variabile da un minimo di € 1.000,00 ad un massimo di € 6.000,00.

La Legge 99/2013, di conversione del  D.L. 76/2013, con il fine di facilitare gli adempimenti per i soggetti promotori, stabilisce che per i tirocini formativi e di orientamento trattati dalle Linee guida, i datori di lavoro pubblici e privati con sedi in più regioni possono fare riferimento alla sola normativa della regione dove è ubicata la sede legale e possono accentrare le comunicazioni obbligatorie presso il Servizio informatico nel cui ambito territoriale è ubicata tale sede. 

Menu di pagina
stampa la pagina  stampa la paginatorna su torna su
Bookmark and Share« indietro

News

Offerte di Lavoro

Garanzia Giovani

Centri per l'Impiego

Centri per l'Impiego


vai alla pagina dei Centri »

Social Network

Servizi al Cittadino