Irpinia Job


Portale del Settore Lavoro e Formazione della Provincia di Avellino

07.10.14 - Indacazioni fornite da Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e da I.N.P.S per fruizione incentivo assunzione da parte delle imprese per il Programma Garanzia Giovani

L’I.N.P.S, con circolare n°118 del 03.10.14, ha fornito le prime indicazioni operative per i datori di lavoro interessati all’incentivo all’assunzione dei giovani ammessi al programma “Garanzia Giovani”, così come disciplinato dal decreto direttoriale del 08.08.14 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Datori di lavoro 

L’incentivo può essere riconosciuto ai datori di lavoro privati, a prescindere dalla circostanza che siano imprenditori.

Lavoratori 

L’incentivo spetta per l’assunzione di giovani che si registrano al Programma tramite iscrizione al portale Garanzia Giovani della Regione Campania http://cliclavoro.lavorocampania.it/Pagine/Garanzia-Giovani.aspx o, in alternativa, a quello nazionale, www.garanziagiovani.gov.it

Possono registrarsi al Programma “Garanzia Giovani” i giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni cosiddetti NEET  – Not [engaged  in] Education, Employment or Training, cioè non inseriti in un percorso di studi, non occupati, ai sensi del D.Lgs.vo 181/2000, né inseriti in un percorso di formazione; i minorenni possono registrarsi se hanno assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione; il requisito di età si intende posseduto se, il giorno della registrazione al “Programma”, il giovane non ha ancora compiuto il trentesimo anno di età.

Dopo che la registrazione è stata effettuata nei limiti di età sopra indicati, ai fini dell’applicazione dell’incentivo è necessario che il giovane abbia compiuto almeno 16 anni al momento dell’assunzione; l’incentivo spetta anche se, nel momento dell’assunzione, il trentesimo anno di età è stato già compiuto.

Rapporti incentivati

L’incentivo spetta per le assunzioni effettuate dal 03.10.14 al 30.06.17.

L’incentivo spetta per le assunzioni a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, di durata pari o superiore a 6 mesi e per le assunzioni, anche a scopo di somministrazione, a tempo indeterminato; l’incentivo spetta anche per i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro.

L’incentivo spetta anche in caso di rapporto a tempo parziale, purché sia concordato un orario di lavoro pari o superiore al 60% dell’orario normale.

L’incentivo spetta anche per i rapporti di lavoro con operai a tempo indeterminato (OTI) e determinato (OTD). Per i rapporti a tempo determinato l’incentivo spetta a condizione che la prestazione si svolga senza soluzione di continuità per il periodo minimo di sei mesi stabilito dal decreto.

L’incentivo non spetta per i rapporti di apprendistato, di lavoro domestico, intermittente, ripartito e accessorio.

L’incentivo spetta a condizione che il rapporto di lavoro si svolga in una delle Regioni o nella Provincia autonoma elencate nell’allegato 1 del decreto direttoriale. Per i rapporti, compresi quelli a scopo di somministrazione, che si svolgono in Emilia–Romagna, Friuli–Venezia Giulia o Puglia, l’incentivo spetta solo per le assunzioni a tempo indeterminato.

Si precisa che l’incentivo spetta anche se il rapporto di lavoro si svolge al di fuori della Provincia di competenza del Centro per l’Impiego o dell’ambito territoriale di  accreditamento del soggetto privato, responsabili dell’attuazione del Programma “Garanzia Giovani” nei confronti dello specifico giovane.

Importo dell’incentivo in funzione del tipo di assunzione e della classe di profilazione del giovane ammesso al programma

 

Classe di profilazione del giovane

 

BASSA

MEDIA

ALTA

MOLTO ALTA

A) assunzione a tempo determinato (anche in somministrazione) di durata superiore o uguale a 6 mesi

0

0

1.500€

2.000€

B) assunzione a tempo determinato (anche in somministrazione) di durata superiore o uguale a 12 mesi

0

0

3.000€

4.000€

C) assunzione a tempo indeterminato (anche in somministrazione)

1.500 €

3.000€

4.500€

6.000€

Condizioni di spettanza dell’incentivo.

L’incentivo è subordinato:

  •  alla regolarità prevista dall’art.1, commi 1175 e 1176, Legge 296/2006, inerente:
    •  l’adempimento degli obblighi contributivi;
    •  l’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
    •  il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali,  laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale;
  • all’applicazione dei principi stabiliti dall’art.4, commi 12, 13 e 15, Legge 92/2012;
  • alla circostanza che il relativo importo non superi i limiti complessivamente previsti per gli aiuti di stato cosiddetti “de minimis”, ai sensi dei regolamenti comunitari in vigore (circolare I.N.P.S n°102 del 03.09.14).

L’incentivo non è cumulabile con altri incentivi all’assunzione, siano essi di natura economica o contributiva.

Procedimento di ammissione all’incentivo

Per l’ammissione all’incentivo il datore di lavoro inoltra all’I.N.P.S una domanda preliminare di ammissione all’incentivo, indicando:

  • il lavoratore nei cui confronti è intervenuta o potrebbe intervenire l’assunzione (a tempo determinato o indeterminato) ovvero la trasformazione a tempo indeterminato di un precedente rapporto a termine;
  • la Regione e la Provincia di esecuzione della prestazione lavorativa.

La domanda deve essere inoltrata avvalendosi esclusivamente del modulo di istanza onlineGAGI”, disponibile all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, sul sito internet www.inps.it.

Il modulo è accessibile seguendo il percorso “servizi online”, “per tipologia di utente”, “aziende, consulenti e professionisti”, “servizi per le aziende e consulenti” (autenticazione con codice fiscale e pin), “dichiarazioni di responsabilità del contribuente”.

Entro il giorno successivo all’invio dell’istanza, l’I.N.P.S, mediante i propri sistemi informativi centrali:

  • consulta gli archivi elettronici del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, al fine di conoscere se il giovane per cui si chiede l’incentivo sia registrato al “Programma Garanzia Giovani” e quale sia la sua classe di profilazione;
  • determina l’importo dell’incentivo spettante in relazione al tipo di assunzione e alla classe di profilazione attribuita;
  • verifica la disponibilità residua della risorsa, in relazione alla regione o provincia autonoma di pertinenza;
  • in caso di disponibilità delle risorse, comunica, esclusivamente in modalità telematica, che è stato  prenotato in favore del datore di lavoro l’importo dell’incentivo, calcolato per il lavoratore indicato nell’istanza preliminare.

La comunicazione dell’I.N.P.S è accessibile all’interno dell’applicazione “DiResCo”.

Entro 7 giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione di prenotazione positiva dell’Istituto, il datore di lavoro, per accedere all’incentivo, deve,  se ancora non lo ha fatto, effettuare l’assunzione ovvero la trasformazione.

Entro 14 giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione di prenotazione positiva dell’Istituto, il datore di lavoro ha l’onere di comunicare, a pena di decadenza, l’avvenuta assunzione o trasformazione, chiedendo la conferma della prenotazione effettuata in suo favore; la comunicazione deve essere effettuata mediante l’apposita funzionalità che sarà resa disponibile all’interno dell’applicazione “DiResCo.”

L’istanza di conferma costituisce domanda definitiva di ammissione al beneficio; è possibile indicare nell’istanza di conferma una provincia di svolgimento del rapporto diversa da quella originariamente indicata nell’istanza preliminare, purché nell’ambito della stessa Regione; l’eventuale variazione della Provincia, nell’ambito della stessa regione, non incide sull’importo dell’incentivo determinato in precedenza.

Per le istanze preliminari relative a rapporti da svolgersi nella provincia autonoma di Trento, non è possibile indicare nell’istanza di conferma una provincia diversa.

L’I.N.P.S, mediante i propri sistemi informativi centrali, effettua alcuni controlli circa i requisiti di spettanza dell’incentivo e attribuisce un esito positivo o negativo all’istanza definitiva di ammissione al beneficio; l’esito è visualizzabile all’interno del Cassetto previdenziale.

L’I.N.P.S effettuerà a posteriori gli altri necessari controlli circa la sussistenza dei presupposti dell’incentivo, secondo modalità che verranno rese note alle Sedi con successive disposizioni interne

L’Inps, con il messaggio n°7598 del 09.10.14, informa che dal 10.10.14 è possibile inviare le istanze telematiche di ammissione agli incentivi all’assunzione, inerenti il Programma “Garanzia Giovani”, con le specifiche previste nella circolare n°118/2014 e nel Decreto Direttoriale n°1709 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Per le istanze relative alle assunzioni effettuate tra il 03 e il 9 Ottobre 2014 (rispettivamente, giorno di decorrenza dell’incentivo e giorno anteriore al rilascio del modulo GAGI) dovranno essere inviate entro il 25.10.14.

Per tali istanze la verifica delle disponibilità dei fondi sarà effettuata secondo l’ordine cronologico di decorrenza dell’assunzione.

Dopo il 25.10.14 sarà comunque possibile inviare istanze per assunzioni effettuate tra il 03 e il 09 Ottobre 2014; per tali istanze la verifica delle disponibilità dei fondi sarà effettuata secondo il criterio generale, costituito dall’ordine cronologico di presentazione dell’istanza stessa.

Per le istanze relative alle assunzioni effettuate a decorrere dal 10.10.14 la verifica delle disponibilità dei fondi sarà effettuata secondo il criterio generale, costituito dall’ordine cronologico di presentazione dell’istanza stessa.

Per ogni quesito, i datori di lavoro potranno inviare un quesito alla sede presso cui assolvono gli obblighi contributivi, avvalendosi della funzionalità  “Contatti”  del Cassetto previdenziale aziende, ovvero utilizzando l’indirizzo di posta elettronica info.diresco@inps.it per problematiche di carattere giuridico o amministrativo e l’indirizzo supporto.diresco@inps.it  per problematiche di carattere informatico

Fonte: I.N.P.S

Menu di pagina
stampa la pagina  stampa la paginatorna su torna su
Bookmark and Share« indietro

News

Offerte di Lavoro

Garanzia Giovani

Centri per l'Impiego

Centri per l'Impiego


vai alla pagina dei Centri »

Social Network

Servizi al Cittadino